Quei primi 25 anni di Villa Ada

May 23, 2018

Un festival internazionale, multiculturale e multietnico che da sempre guarda al mondo e alla commistione dei suoni più internazionali  quello di Villa Ada - Roma Incontra Il Mondo. Ma la kermesse che celebra quest'anno i suoi primi 25 anni ha quest'anno una forte anima italiana con una line up annunciata ricca di protagonisti  della nuova scena "indie" italiana, ma non solo. Tra il 15 giugno e il 3 agosto  le date del festival.

E se, come da sottotitolo della rassegna "Roma incontra il Mondo"  cominciamo dagli artisti internazionali.

I primi "stranieri" a calcare il palco capitolino saranno il 4 luglio dal Canada i Godspeed You! Black Emperor band post-rock genere che deriva da una moltitudine di diversi generi musicali quali progressive rock, punk, musica classica e avanguardia. ​

Collettivo  ecologista, anarchico, anticonformista quello dei GYBE con un repertorio ricco di lunghe suite che a tratti ricordano quelle dei mitici King Crimson. "Le cose certe di questa band, composta da ben nove musicisti, sono l'origine canadese, per la precisione di Montreal, e la scelta strumentale - Scrivono di loro gli amici di Ondarock  . ma anche sotto questo punto di vista la particolarità esiste: non si canta nei loro dischi, ma le voci ci sono, sfuggevoli, quasi fossero immesse casualmente, spesso recitanti con la caratteristica della freddezza e dell'oscurità".

 

L'11 luglio una intera giornata per tutti gli amanti dello del rockabilly, ma non solo, con Psychobilly Holy Day fest. Un parterre di gruppi italiani e internazionali che si succederanno sul palco fino al momento in cui sarà il turno del numero uno del genere, nell’unica data italiana per il texano Reverend Horton Heat del suo tour europeo, che lo vedrà headliner dei migliori festival psychobilly. Attivo/i dal 1985 quando iniziarono in tutto il territorio del Texas da cui provengono, il progetto di Jim “reverend” Heath si compone di 2 nuovi strumentisti e dal 1991 al 1994 darà alla luce i tre primi album.

Ad ora la loro discografia conta 12 album in studio , oltre ad un paio di compilation. I Reverend Horton Heat sono da molti anni ormai il gruppo “personaggio” di riferimento di tutto il movimento psychobilly, un vero e proprio culto del genere.

Dopo l’alternative-hiphop francese dei Chinese Man in scena il 14 luglio sarà la volta di Steven Van Zandt leggenda vivente del rock'n roll conosciuto ai più come Little Steven,  già mitico chitarrista della E-Street Band di Bruce Springsteen che sarà in Italia coi suoi Disciples of Soul. Le date da segnare in agenda sono due: martedì 17 luglio a Villa Ada a Roma e il giorno dopo, mercoledì 18 luglio, al Cortona Mix Festival di Cortona (AR). Oltre ai momenti salienti di Soulfire Live! per Little Steven e la sua band non mancheranno i classici, e una dedica sociale: il tour anticipa show benefici «di solidarietà con i lavoratori più sottopagati negli Usa, gli insegnanti!». Ancora una finestra internazionale il 19, Gogol Bordello: la band gipsy punk in Italia con la sua carovana di buonumore. Altre virate, New York Ska Jazz Ensemble il 22 (dallo ska al reggae, dalla dance hall al rocksteady).

 

Sarà poi la volta di Peter Kruder (Official) e Richard Dorfmeister, ovvero Kruder & Dorfmeister (23 luglio) padrini della scena musicale elettronica di Vienna, universalmente noti per le loro straordinarie produzioni e remix d’avanguardia. Il loro “DJ Kicks” e il loro album-capolavoro The “K&D Sessions” hanno venduto più di un milione di copie ciascuno in tutto il mondo, divenendo cult da collezione. Il loro stile stravagante che si fonde con un groove sensuale, fa in modo che siano considerati, a ragione, dei classici del genere.Ancora oggi, per il loro particolare linguaggio, approccio musicale, e inconfondibile stile, sono un’esempio di maestria unica – con al seguito una nuova generazione di beat makers che fa riferimento al loro particolare approccio senza tempo, aperto e sempre sperimentale, che scava in profondità nell’anima dell’ascoltatore.

Infine per il parterre internazionale i Ministry il primo agosto, una delle migliori band industrial americane è in arrivo con Amerikkkant, «dove ci si interroga sul perché Trump sia stato eletto». 

Questi gli internazionali ma come potrete scorrere nella lista qui in basso, tanti amici del nostro Indieland riempiranno con le loro note gli spazi della splendida Villa Ada. Dall'apertura hip hop del 15 giugno con Noyz Narcos a Giancane in scena il 16 con il suo nuovo cd come solista (Giancarlo Barbati è anche il chitarrista de Il Muro del Canto).

 

La forza seventy tra disco dance e richiami rock n'roll per i magnifici Joe Victor capitanati dalla voce e dal carisma di Gabriele Mencacci Amalfitano (22 giugno), il rock del trio milanese dei Ministri (29 giugno) porterà live il nuovo lavoro "Fidatevi".

Già ospite qualche mese fa del nostro programma in radio il giovane cantautore Galeffi proporrà le sue canzoni live il 3 luglio.  Sarà poi la volta di Willie Peyote (5 luglio) ovvero uno dei migliori artisti dell'attuale e numerosa scena hip hop/trap italica. Peyote è "molto bravo a scrivere, ha un flow convincente e il giusto carisma nella delivery. Dice cose intelligenti e con un certo piglio, risultando più che efficace - scrivono di lui su Rockit - (...) Le mille e più sfumature sonore alternano arrangiamenti house funk, riuscitissime code jazz e groove più serrati - particolarmente adatti alla dimensione live. Da sottolineare inoltre quei fantastici romanacci de Il Muro del Canto  (7 luglio) capitanati dal vocione carismatico e "scuro" di Daniele Coccia e dal rock evocativo della sua band seguitissima a Roma e non solo. L'indimenticato leader dei CCCP e CSI (o quel che ne resta, direbbe qualcuno) Giovanni Lindo Ferretti suonerà il suo storico repertorio il 9 luglio. E poi i travolgent suoni cinematografici dei Calibro 35 (15 luglio) e, in chiusura di rassegna, il 3 agosto uno dei musicisti più interessanti della scena musicale e d'autore italiana Jacopo Incani al secolo Iosonouncane, live a Villa Ada accompagnato dal chitarrista, compositore ed etnomusicologo Paolo Angeli. A seguire il dettaglio delle prime date già certe della kermesse.

Info su: www.villaada.org

 

 

15 giugno Noyz Narcos

16 giugno Giancane

19 giugno Guido Catalano + Dente

22 giugno Joe Victor

23 giugno Frah Quintale

24 giugno Ascanio Celestini + Giovanna Marini

29 giugno Ministri + Spiritual Front

3 luglio Galeffi + Mox

4 luglio Godspeed You! Black Emperor

5 luglio Willie Peyote

7 luglio Il Muro del Canto

9 luglio Giovanni Lindo Ferretti

11 luglio Reverend Horton Heat - Psychobilly Rome Holy Day Fest

12 luglio Bud Spencer Blues Explosion

14 luglio Chinese Man

15 Luglio Calibro 35

17 luglio Little Steven and The Disciples of Soul

18 luglio Dobet Gnahorè

19 luglio Gogol Bordello

22 luglio New York Ska Jazz Ensemble + Shots in the Dark

23 Luglio Kruder & Dorfmeister

25 luglio Nitro

28 luglio Tedua

1 agosto Ministry

3 Agosto IOSONOUNCANE + Paolo Angeli

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

© 2017 by Indieland (Marchio Registrato di proprietà di Simone Mercurio) site created with Wix.com