• di SABRINA SCIABICA

AAA OFFRESI ALIBI PER...SCAPPATELLA!


Sarà nelle sale italiane dal 28 settembre Alibi.com, film francese campione di incassi; una commedia familiare in cui si incontrano tradizioni e tonalità comiche diverse.

La pellicola di Philippe Lacheau si apprezza, soprattutto, per la storia davvero originale che, in senso ironico, suggerimenti e nuove idee per "estrosi" disoccupati che volessero aprire una proficua attività.


La trama, infatti, si sviluppa attorno al fantasioso Greg (Philippe Lacheau è regista e protagonista del film), che ha creato una società dal nome Alibi.com. Essa lavora con lo scopo di creare un alibi al cliente che chiede aiuto. Per far questo, Greg si avvale di due preziosi collaboratori tuttofare. Inutile dire che i principali fruitori di tali servizi sono fedifraghi, sia uomini che donne, che devono coprire in qualche modo le loro scappatelle, ma non soltanto: chiunque voglia apparire diverso dalla sua vera natura, o nascondere qualcosa ad una persona cara, può rivolgersi a questi tre "virtuosi" professionisti dell'inganno.

La società pare riscuotere un grosso successo, non soltanto per la precisione con cui i tre svolgono le loro mansioni, ma anche grazie all'immancabile e doverosa riservatezza. Se non fosse che…proprio il capo di Alibi.com si innamora di una splendida ragazza che (sic!) odia bugie e bugiardi. Il gioco della perfetta commedia degli equivoci e degli incastri comici in perfetto stile Billy Wilder parte proprio quando il papà della neo fiamma di Greg, passa in agenzia per un lavoro super confidenziale…

Gag continue e perfetto meccanismo a orologeria, ritmo veloce, battute fulminanti, per una commedia mai banale che forse solo nell'ultima mezzora eccede in una comicità irreale ma esilarante.

Il tutto, nella quotidianità degli avvenimenti che sono, sì, amplificati per creare maggiore ilarità, ma rappresentano, comunque, situazioni realistiche e molto probabili. Il regista confessa, infatti, di aver avuto l’idea della trama proprio da società effettivamente esistenti. Le scene comiche, dunque, seppur non sempre politally correct, non sono mai volgari e mai offensive.

Il regista riprende i toni giocosi dei suoi lavori precedenti; i più conosciuti sono i film Babysitting e Babysitting 2, in cui è stato regista insieme a Nicolas Benamou, per realizzare in Alibi.com una commedia coi fuochi d’artificio.

Inoltre, senza voler dare troppe anticipazioni, il tema dell’amore, argomento principale del film, è trattato in modo leggero e delicato, esaltando i buoni sentimenti e il valore della coppia, nonostante le tentazioni quotidiane.

Gli attori sono bravi caratteristi e spicca la splendida Nathalie Baye, volto noto anche agli italiani che la hanno già ammirata in numerose pellicole francesi e internazionali.

Film consigliatissimo al pubblico di ogni età, tanto che Medusa Film ha già acquistato i diritti cinematografici per il remake italiano.


14 visualizzazioni

© 2017 by Indieland (Marchio Registrato di proprietà di Simone Mercurio) site created with Wix.com